Immagine di evidenza del Museo Archeologico Nazionale

Museo Archeologico

Il Museo Archeologico Nazionale di Parma è uno dei più antichi musei d’Italia: istituito nel 1760 per ospitare il prezioso materiale proveniente dagli scavi della città romana di Veleia, si è arricchito in più di due secoli con l’acquisizione di materiali Egizi, Etruschi e Romani, ma soprattutto è stato sin dalla fondazione punto di riferimento per le ricerche archeologiche nel Ducato. Espone infatti i reperti provenienti dagli scavi scientifici condotti nel corso dell’Ottocento e del Novecento in tutto il parmense, svelando ai visitatori la storia del territorio dal Paleolitico all’Alto Medioevo.

I due piani del Museo offrono una ricca panoramica delle culture dell’Italia preistorica, preromana e Romana e dell’antico Egitto, e contemporaneamente permettono di ripercorrere la storia della formazione del Museo e delle sue collezioni.

Il piano superiore ospita le collezioni non legate al territorio parmense, quali la sezione egizia, quella greca ed etrusca e la statuaria proveniente dagli scavi di Roma, più la ricca esposizione di reperti provenienti dagli scavi di Veleia, tra cui spiccano la celebre Tabula alimentaria e le 12 statue in marmo dei membri della famiglia Giulio-Claudia. Al piano inferiore trova invece posto la storia del territorio, dal Paleolitico alle terramare dell’età del bronzo, fino all’età romana e longobarda.